L Italia e le migrazioni.pdf

L Italia e le migrazioni

none

Per la sua posizione nel Mediterraneo, lItalia non è soltanto un passaggio obbligato per gli scambi nord-sud ed est-ovest ma è da sempre un importante crocevia migratorio. I processi di emigrazione e immigrazione sono una costante della vicenda peninsulare, in gran parte a causa della configurazione delle frontiere naturali e della posizione strategica nel contesto geografico europeo. La stessa mobilità interna, troppo spesso ridotta a fenomeno relativo ai soli anni 1950-1980, costituisce un fattore centrale della storia rurale e urbana del paese anche dei secoli precedenti. Lo scopo del volume è mettere a fuoco la continuità e la lunga durata, nonché la convivenza, delle molteplici mobilità che hanno interessato lItalia. Esistono, infatti, diversi studi e sintesi dinsieme dedicati soprattutto alla grande emigrazione otto-novecentesca e vanno crescendo le analisi sulle immigrazioni attuali, ma sono poche le ricostruzioni del movimenti interni in connessione anche agli arrivi esterni. Paola Corti e Matteo Sanfilippo, alla luce del confronto con gli studi internazionali e con i nuovi paradigmi storico-sociologici sempre più attenti a comprendere i meccanismi e i processi sul quali si costruiscono i movimenti migratori, propongono una analisi del caso italiano che tiene conto delle numerose e recenti indagini settoriali e ne elabora i risultati in modo da ricomporre il complesso quadro della plurimillenaria mobilità in Italia.

18 dic 2019 ... Per il 33% degli italiani la maggior parte dei crimini in Italia è commessa da immigrati e per il 40% è troppo pericoloso accogliere migranti ... dei principali flussi e rotte migratorie dal Nord Africa verso l'Europa e l'Italia in particolare, e riporta sia i dati fattuali oggi disponibili relativi ai flussi migratori più.

6.24 MB Dimensione del file
9788842098997 ISBN
L Italia e le migrazioni.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.ghstmalta.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Paola Corti e Matteo Sanfilippo, L'Italia e le migrazioni Roma-Bari, Laterza, 2012, pp. 184, € 22. Nell'ultimo decennio, e per la precisione a far data dall'uscita, nel 2001-2002 presso Donzelli, della Storia dell'emigrazione italiana in due volumi curata da Piero Bevilacqua, Andreina De Clementi ed Emilio Franzina, sono state pubblicate numerose sintesi sulla vicenda migratoria ...

avatar
Mattio Mazio

Tradizionalmente paese di emigrazione, l'Italia è divenuta di recente paese di immigrazione. Inoltre, specie tra gli anni Cinquanta e Sessanta, è stata ... Tra migrazioni internazionali e migrazioni interne la vicenda italiana è dunque molto complessa come risulta dal volume di Pugliese, che presenta i dati, ...

avatar
Noels Schulzzi

Un altro interessante parametro è la composizione di genere delle migrazioni in Italia, che al 2018 risulta divisa in 52% donne e 48% uomini. Analizzando più nel dettaglio le 10 comunità straniere più numerose, la distribuzione percentuale tra maschi e femmine rispetto a dieci anni fa rimane sostanzialmente simile, seppur con alcune L’Europa e l’Italia in particolare, in ragione della sua collocazione geografica, trova difficoltà a gestire gli sbarchi lungo le nostre coste di immigrati irregolari. Secondo dati Eurostat nel 2015 7.425 migranti sono stati respinti alla frontiera e circa 3.500 dai questori una volta rintracciati sul nostro territorio.

avatar
Jason Statham

Brandi M.C. (2010), “Modelli interpretativi e politiche di accoglienza delle migrazioni qualificate”, in Brandi M.C. (a cura di), Le migrazioni qualificate dall’Europa dell’Est verso l’Italia, Studi Emigrazione/Etudes Migrations, XLVII, 179, pp. 523-541

avatar
Jessica Kolhmann

L'Italia, per gran parte della sua storia dall'unità in poi, è stata un paese di emigrazione e si stima che tra il 1876 e il 1976 partirono oltre 24 milioni di persone (con una punta massima nel 1913 di oltre 870.000 partenze), al punto che oggi si parla di grande emigrazione o diaspora italiana. coinvolge l’Italia e, soprattutto, lo siano in maniera attiva, con un tasso di occupazione che si mostra significativamente alto. Infatti, a fine 2006 le donne nate all’estero con una occupazione erano 571.499, secondo i dati dell’archivio Inail citati nel Dossier Caritas/Migrantes 2007, rappresentando il 42% del totale degli immigrati.